→ Iscriviti
→  febbraio 11, 2006

larepubblica_logo
Intervista

Senatore Franco Debenedetti, dopo lo scontro a Otto e mezzo, cosa consiglia per arginare in tv Berlusconi?
«Non ho titoli per dare consigli. Ma se ripenso all´andamento della trasmissione, sembra che il premier sia in difficoltà, spiazzato, quando si confronta con persone che non sono nate nella politica. Io, in fondo, ho una storia simile alla sua».

leggi il resto ›

→  gennaio 7, 2006

larepubblica_logo
Caro direttore, per scongiurare il rischio che la vicenda Unipol-Bnl pregiudichi le nostre chance alle elezioni politiche, lei sembra suggerire la tattica di non rintuzzare gli attacchi, e di attestarsi su terreno sicuro. Un taglio netto e ricominciare daccapo.

leggi il resto ›

→  novembre 23, 2005

larepubblica_logo
Il Senatore Debenedetti sull’Authority delle Tlc

I soldi per appalti, studi e consulenze. Quelli per pagare gli stipendi e finanche la bolletta elettrica o il telefono. Dal 2006, se la Finanziaria passerà senza correzioni, l’Autorità per le Comunicazioni ricaverà la sua benzina, i soldi cioè per andare avanti, da una sola fonte. A versarli saranno le aziende stesse – telefoniche e televisive – su cui l’Autorità vigila, per un esborso che supererà i 58 milioni (a voler citare solo le aziende maggiori).

leggi il resto ›

→  luglio 23, 2005

larepubblica_logo
Replica a Giuliano Amato sulla libertà scientifica

Preoccupato di ritagliare per la scienza uno spazio di libertà, Giuliano Amato ricorre alla distinzione che fa Hans Jonas tra la scienza, “volta esclusivamente a conoscere la realtà che ci circonda”, e la “non scienza ma tecnica, volta invece a introdurre mutamenti nella realtà”; o a quella tra homo sapiens e homo faber, che il filosofo tedesco vede distinti pur riconoscendo che primo “lavora in genere in funzione” del secondo.

leggi il resto ›

→  maggio 11, 2005

larepubblica_logo
Non si può passare da un´Autorità di regolamentazione a un´altra senza che passi un congruo lasso di tempo. E´ quanto sostiene il senatore Franco Debenedetti che ha presentato un disegno di legge al Senato per frenare quello che lui definisce il tentativo di «ministerializzare» le Autorità che regolano il mercato.

leggi il resto ›

→  aprile 21, 2005

larepubblica_logo
In Senato

«Il Senato rappresenta anche quegli italiani che non riconoscono come propria guida spirituale il pontefice della Chiesa e a maggior ragione quelli che non ritengono di dover derivare da essa la definizione della propria identità». Franco Debenedetti, senatore diessino, ricorda al presidente Marcello Pera che nell´aula di Palazzo Madama e nel paese non tutti si riconoscono nel magistero della Chiesta cattolica.

leggi il resto ›