→ Iscriviti
→  aprile 10, 2004

il_riformista
Crisi Irak. La risposta di Franco Debenedetti a Peppino Caldarola

Caldarola sceglie di “cambiare idea” rispetto a quanto aveva sostenuto qualche settimana fa: e chiede di venir via subito dall’Irak.
La cosa sorprende, perché invece oggi la sinistra riformista può sostenere di restare in Irak senza “cambiare idea” sui fatti del 2003. Quella di oggi è infatti una situazione diversa rispetto a quella del 2003, e non ne consegue deterministicamente.

leggi il resto ›

→  marzo 29, 2004

il_riformista
Industriali – A Milano un convegno contro il declino

Venerdì e sabato a Milano Confindustria fa il punto sullo stato di salute delle imprese italiane di fronte alla sfida dello sviluppo. E’ l’ultima grande manifestazione organizzata da Antonio D’Amato prima del cambio della guardia con Montezemolo: vi parteciperanno anche Berlusconi e Fini.

leggi il resto ›

→  febbraio 17, 2004

il_riformista
Falsi nemici. La convention della lista unitaria

Per quale ragione crearsi un nemico inesistente? Certo, quello di venerdì e sabato è stato un successo, un successo non prevedibile quando Michele Salvati, nell’aprile 2003, lanciò l’idea del partito democratico, non garantito neppure a luglio, quando Prodi avviò il processo unitario. Ma non è che di nemici non ne abbiamo già abbastanza: “nemici” fraterni, anche se per ora non ci sono state stecche nel coro; e nemici- nemici, anche se in questo momento un po’ acciaccati.

leggi il resto ›

→  gennaio 28, 2004

il_riformista
Replica impeccabile, ma evapora il crack Parmalat

Ad aprire il fuoco era stato il Ministro dell’Economia: la sua testimonianza resa il 15 Gennaio alla Commissione Parlamentare di indagine conoscitiva sul crack Parmalat, a cui aveva consegnato il fascicolo delle lettere scambiate con Banca d’Italia e Consob, e dei verbali del CICR, era un pesante attacco soprattutto all’istituto di Via Nazionale.

leggi il resto ›

→  gennaio 22, 2004

il_riformista
Nanismi

Qual è la linea che separa la fisiologia dalla patologia? E’ naturale che del caso Parmalat a calamitare l’attenzione, dell’opinione pubblica come di politici e studiosi, siano gli aspetti patologici. Ma anche nei sistemi sociali ed economici, così come negli organismi, non sempre le patologie sono riconducibili a shock esterni, più sovente a degenerazioni, magari latenti per anni.

leggi il resto ›

→  dicembre 24, 2003

il_riformista
Riforme – L’iniziativa di Tremonti è opportuna

La somma dei disastri Bipop, più Cirio, più Parmalat, più Myway, più altre minori, è per l’Italia assai di più, in proporzione al PIL, della somma delle Enron più Worldcom per gli USA. Il crollo di fiducia provocato da Parmalat investe non solo il mondo industriale, ma tutto il Paese: oggi il Financial Times indica un rischio non solo delle obbligazioni delle nostre imprese, ma del debito sovrano della Repubblica.

leggi il resto ›