Unfit a governare? Unfit a capire!

febbraio 10, 2018


Pubblicato In: Giornali, Il Foglio


Al Direttore.

Ai primi di Gennaio Bill Emmott scrive per Project Syndicate: “The Bunga Bunga Party returns to Italy”. Berlusconi, spiega, potrebbe finire per essere il salvatore politico dell’Italia, non escludetelo. Però, posto di fronte all’alternativa scalfariana, chi sceglierebbe tra Berlusconi e Di Maio, risponde che “Se fossi costretto sceglierei Di Maio”. Ieri, sul Financial Times, in un articolo intitolato “Five Star is Italy’s equivalent to En Marche in France. The trouble is it lacks an Emmanuel Macron” spiega: è vero che “manca dell’esperienza, dell’abilità, e del savoir faire di Macron”; ma se dopo il 4 marzo, il solo governo possibile sarà quello espresso da una grande coalizione con Berlusconi come kingmaker, Di Maio potrà solo dare la colpa a se stesso: “Avrà fallito l’obiettivo di soddisfare i suoi elettori affamati di cambiamento e avrà fallito quello di salvare l’Italia”. Bill Emmott è il direttore dell’Economist che nel 2001 firmò la copertina che fece il giro del mondo: “Why Berlusconi is unfit to lead Italy”. Adesso sappiamo perché Bill Emmott è unfit a capire qualcosa di questo paese. E, in generale, di politica.

ARTICOLI CORRELATI

Five Starstrugglesto be Italy’s agent ofchange
di Bill Emmont – Financial Times, 08 febbraio 2018

Bill Emmott:«Ma a Berlusconi preferisco Di Maio»
di Francesco Oggiano- Vanity Fair, 09 febbraio 2018

Bill Emmott: «Berlusconi oggi può essere il vostro salvatore politico»
di Marilisa Palumbo – La Stampa, 09 febbraio 2018

Invia questo articolo:
  • email



Stampa questo articolo: