Il manifesto del Pd e la musica di Mozart

gennaio 16, 2008


Pubblicato In: Giornali, La Repubblica

larepubblica_logo
Lettere e commenti

“Quali dovrei togliere?” si dice sia stata la risposta di Mozart alle “troppe note!” criticate dall’imperatore Giuseppe II.

Giorgio Ruffolo cita l’aneddoto per rispondere ad alcune critiche ai “difetti del manifesto del PD” (La Repubblica del 15 Gennaio). A proposito dei quali sembra non improprio ricordare un’altra critica che fu mossa alla musica di Mozart, quella riportata da Friedrich Schlegel in un frammento del 1797: di fare un uso smodato degli strumenti a fiato.

Invia questo articolo:
  • email



Stampa questo articolo: