Il Pd e il giusto proposito di "correre da solo"

gennaio 22, 2008


Pubblicato In: Giornali, La Repubblica

larepubblica_logo
Lettere

Caro Direttore, è dettato dal calendario politico, dunque casuale, che Walter Veltroni abbia annunciato sabato che il Pd alle prossime elezioni correrà da solo. Ma non è senza significato che l’abbia fatto intervenendo alla nona Assemblea di Libertà Eguale a Orvieto.

Infatti il progetto di dar vita a “un soggetto politico unitario, protagonista dell’opposizione e asse dell’alternativa di governo al centrodestra” fu formalizzato la prima volta il 28 febbraio 2002 da parte del Gruppo Artemide, nato per iniziativa di Libertà Eguale, e a cui aderirono 173 parlamentari. Libertà Eguale sempre da Orvieto lanciò l’idea dei gruppi unici e dei portavoce unici nei gruppi parlamentari subito dopo la sconfitta alle politiche del 2001; e anche in anni in cui sembrò di predicare nel deserto, continuò a fare del partito unico il principale obbiettivo della sua azione politica.

La rilevanza politica della dichiarazione di Veltroni di sabato, rende ora forse non inutile ricordarlo.

Invia questo articolo:
  • email



Stampa questo articolo: