Le esternalità positive delle ferrovie

febbraio 5, 2019


Pubblicato In: Giornali, Il Foglio


Al direttore.

Le ferrovie creano esternalità positive, suscitando attività nei luoghi serviti dai loro mezzi. Nei tempi lunghi, il paper di Peter Dizikes, economista del Mit, dimostra gli effetti che le ferrovie indiane ebbero sulle differenze di sviluppo tra aree servite e aree non servite. In tempi recenti, ci sono casi in cui le ferrovie stesse riescono a internalizzare le esternalità: sul Big Read del Ft del 28 gennaio si legge che alcune ferrovie giapponesi sono ormai tali solo di nome, un terzo dei loro ricavi venendo dallo sviluppo immobiliare e fondiario, un terzo dai servizi, negozi e alberghi, che forniscono ai passeggeri. A casa nostra, nessuno aveva previsto la dimensione delle esternalità che l’alta velocità ha avuto sui valori dei beni e sullo sviluppo delle attività del paese. Valutare compiutamente le esternalità è atto squisitamente politico: riguarda quale futuro si indica per il paese, e dipende da come si vuole che si sviluppi. Ma è anche, in limiti diversi, imprescindibilmente un fatto tecnico. E’ questo che in primo luogo siamo ora curiosi di conoscere: quali e quante esternalità positive siano state considerate dalla commissione costi-benefici della Tav. Con l’occasione siamo anche interessati a verificare che non siano state considerate le variazioni di entrate per accise o per pedaggi, che sono solo spostamenti di flussi finanziari senza effetto su costi e benefici.


La risposta del Direttore
L’unica alta velocità sdoganata dal grillismo, per ora, è quella che collega l’Italia di Balconaro e Cialtronaro con il Venezuela di Maduro.

ARTICOLI CORRELATI
Rail privatisation: the UK looks for secrets of Japan’s success
di Robin Harding – Finalcial Time, 28 gennaio 2019

La logica distorta dell’analisi costi benefici sulla Torino-Lione
di Alessandro Penati – Il Sole 24 Ore, 23 febbraio 2019

I costi e i benefici
di Giuseppe Pennisi – Mondoperaio, Saggi e dibattiti – febbraio 2019

L’analisi costi-benefici sulla Tav è una semplice foglia di fico
di Mario Baldassarri – Il Sole 24 Ore, 06 marzo 2019

Senza la Torino-Lione corridoio 5 a rischio
di Valerio Castronovo – Il Sole 24 Ore, 06 marzo 2019

Annullare la Tav? Cronaca di uno spreco annunciato
di Roberto Camagni – lavoce.info, 06 marzo 2019

Annullare la Tav? Cronaca di uno spreco annunciato
di Roberto Camagni – lavoce.info, 06 marzo 2019

Invia questo articolo:
  • email



Stampa questo articolo: